L'Oasi Zegna di sera? È ancora più magica

Una cornice naturalistica da percorrere in totale libertà anche al calar del sole

  • condividi su:
Al calar del sole, l’Oasi Zegna cambia abito: la frescura serale cala sui sentieri montani, le voci della fauna notturna si fanno strada nella vegetazione.
Ma l’Oasi, soprattutto nella stagione estiva, è tutt’altro che addormentata. Le attività serali, per chi vuol concludere la giornata con un’immersione nella natura e una boccata d’aria pulita, non mancano di certo.
Le passeggiate di Una montagna di boschi offrono l’occasione di visitare l’Oasi Zegna in un contesto per alcuni ancora inedito: quello serale, per l’appunto. Il Bosco del Sorriso, i cui sentieri sono agevoli sia per gli adulti che per i più piccoli, è popolato da splendide faggete, pini e larici.

La cornice ideale per il Forest bathing
, alla sera diventa quindi un habitat privilegiato dal quale assorbire energia vitale e, allo stesso tempo, una location fra le più suggestive dove ascoltare favole raccontate da attori e dolci note che fluttuano al chiarore delle candele.
Le uscite serali con le guide naturalistiche di Over Alp (già Equipe Arc-en-Ciel), accompagnate dagli interventi della compagnia biellese Teatrando, promettono una full immersion nella natura che sarà impossibile dimenticare. Qui, il calendario delle passeggiate.

Anche il rifugio della Piana del Ponte organizza eventi serali, come la grigliata di Ferragosto, il 14 agosto, ideale sia per carnivori che per vegetariani grazie alla scelta di carni, verdure e polenta preparata dai gestori della struttura dell’Oasi Zegna. Vino a volontà, birra, e tutto ciò che occorre per trasformare una serata in un magico e indimenticabile ricordo. Le attività serali, a Piana del Ponte, proseguiranno il 7 settembre, con la grigliata di fine estate, il 14 settembre con la gettonatissima “Cena del cavolo” (portate a base di cavolo rosso, nero, e broccoli), il 21 settembre con la “Cena dei bolliti”, il 28 settembre con la “Cena della bagna cauda”, il 5 ottobre con la “Cena della zucca”, il 12 ottobre con quella dei funghi e il 19 con quella della castagna. Le cene richiedono la prenotazione: chi lo desidera, può pernottare in struttura.

Al di là delle attività organizzate, l’Oasi Zegna è un luogo da esplorare in totale libertà. Le possibilità di percorrerla in autonomia sono varie, anche con i nostri amici a quattro zampe. I sentieri sono agevoli, non richiedono una particolare preparazione, e riservano tutti sorprese per gli occhi… e per il palato.

Vuoi saperne di più?