• Categorie

Ammirare le stelle, ecco i luoghi più magici

In attesa di tornare all'Oasi Zegna, vi proponiamo un viaggio intorno al mondo per continuare a sognare

  • condividi su:
Per ammirare al meglio le stelle cadenti, occorrono luoghi bui, non inquinati da luci artificiali. Purtroppo, sempre più rari sul nostro pianeta: secondo gli studi più recenti, oltre un terzo dell’umanità non può vedere la Via Lattea a causa delle luci accese nelle città e nei centri abitati. La buona notizia è che esistono associazioni che lottano per "preservare la notte".

La più famosa è la International Dark-Sky Association (www.darksky.org),
organizzazione no profit che oltre a promuovere iniziative di sensibilizzazione sugli effetti nocivi dell’inquinamento luminoso per l'ambiente e per la salute degli esseri viventi, incoraggia la creazione di vere e proprie oasi del buio attraverso un programma di certificazione chiamato International Dark Sky Places (IDSP), fondato nel 2001. 
Ad oggi sono circa 130 i Dark Sky Places nel mondo. Si suddividono in parchi, riserve e santuari. L’ultimo sito buio ad aver ottenuto il riconoscimento, a ottobre 2020, si trova in Irlanda del Nord: è la foresta di Davagh, ai piedi delle montagne Sperrin nella contea di Tyrone, vicino ai famosi Beaghmore Stone Circles

In Europa non è il solo. Ci sono riserve del cielo in Inghilterra (il Paese europeo che ne vanta di più), Galles, Francia, Germania. In Spagna, Catalogna, Albania e il territorio circostante sono stati riconosciuti Dark-Sky Park nel 2017 e la nomina ha contribuito al successo dell'astroturismo nella regione. Anche in Olanda c’è un luogo unico per osservare il cielo notturno: il Parco Nazionale del Lauwersmeer, certificato Dark-Sky Park nel 2016.

E l’Italia? Purtroppo, ancora nessun Dark Sky Places, ma luoghi privilegiati dove le stelle brillano di più non mancano. Per non perdere la bellezza del cielo di notte, in questi giorni godetevi lo spettacolo anche da casa (ci sono anche diverse app che vi guidano nella lettura delle costellazioni).

Quando sarà possibile, vi invitiamo in Oasi Zegna in uno dei tanti luoghi dove questo spettacolo non è inquinato da disturbi luminosi: potrete scegliere tra Santuario di San Bernardo, Monte Marca, Monticchio o, meglio ancora, raggiungete l’Eremo di Maria lungo il Bosco del Sorriso e da lì vi si aprirà la volta celeste! 

Vuoi saperne di più?