• Categorie

26.03.2022 - 27.03.2022

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA, ALLA SCOPERTA DI UN’OASI ZEGNA INEDITA

Il Lanificio con i suoi moderni reparti di produzione, il giardino segreto di Ermenegildo Zegna e il suo bureau: un viaggio lungo oltre 110 anni tra arte, natura, artigianalità e tecnologia

  • condividi su:
Il Lanificio, la Sala quadri di Casa Zegna, l’architettura degli storici uffici dell’azienda, ricchi di opere d’arte e di segni della memoria familiare, il giardino privato del conte Ermenegildo Zegna. Sono alcune tappe del percorso guidato che sabato 26 e domenica 27 marzo 2022, in occasione delle Giornate di Primavera del FAI, vi porterà alla scoperta di una parte inedita dell’Oasi Zegna, quella di Trivero Valdilana, dove tutto è nato.

Arte e tradizione, scienza e natura, artigianalità e tecnologia sono le parole chiave di un viaggio indietro nel tempo lungo quattro generazioni, tra i quadri di Ettore Olivero Pistoletto, gli affascinanti rilievi simbolici di Otto Maraini, le fotografie d’epoca, i campioni di filato e di tessuto e i moderni reparti di produzione, tuttora in funzione.

Il Lanificio
Fondato nel 1910 dall’appena diciottenne Ermenegildo Zegna sotto la guida del padre Michelangelo e dei fratelli, è rinomato a livello internazionale per la produzione dei tessuti più pregiati al mondo. Il percorso guidato dalle esperte guide di Casa Zegna si sviluppa attraverso i reparti di produzione, dove si potrà assistere alle fasi di lavorazione della lana: la filatura, lorditura, la tessitura, il rammendo e il finissaggio. La visita, che avrà inizio dalla Sala Quadri, decorata dalle opere di Ettore Pistoletto Olivero LArte della Lana nel Medioevo termina sui tetti del lanificio con l’opera d’arte contemporanea dell’artista francese Daniel Buren Le banderuole colorate.

Oltre il giardino: il bureau di Ermenegildo Zegna
Nel giardino di Ermenegildo Zegna è ancora possibile sentire la sua presenza e le sue passioni: l’arte, la natura, l’architettura. Dagli spazi verdi si accede, attraverso un passaggio riservato, all’ingresso monumentale del lanificio e quindi al bureau da dove il grande imprenditore guidava l’azienda. Giardino e Lanificio sono posti in dialogo grazie agli elementi decorativi di Ottavo Maraini, l’architetto a cui Ermenegildo Zegna affidò la progettazione di statue, fontane, mosaici e bassorilievi. Si prosegue, accompagnati dagli "apprendisti ciceroni" del FAI, fino all’ingresso del Lanificio, caratterizzato da bassorilievi, opera dello stesso Maraini, dove il lusso è smorzato da una certa austerità. Dalle porte vetrate, che si affacciano sull’opera di arte contemporanea dell’artista indiana Reena Kallat, si raggiunge, infine, l’ufficio di Ermenegildo Zegna, dove si respira una storia lunga più di 110 anni. La visita terminerà con la proiezione di un filmato conservato nell'Archivio Zegna.

Programmi e orari di sabato e domenica
Partenza ogni ora: alle 10.30/11.30/12.30/14.30/15.30. 
Visite* al Lanificio Zegna solo nella giornata di domenica
Bureau visitabile* durante entrambe le giornate
*la priorità alle visite sarà data ai soci del Fondo Ambiente Italiano

Casa Zegna
Il polo archivistico museale sarà aperto entrambe le giornate dalle ore 10 alle ore 17 dove sarà possibile visitare la mostra permanente sulla storia del Gruppo Zegna "From Sheep to Shop" e la mostra temporanea “Fading Loss” di Laura Pugno.
L’ingresso a Casa Zegna è gratuito e libero e non occorre la prenotazione.

Ingresso 3 euro.

INFO E PRENOTAZIONI
Per prendere parte alle attività in programma durante le Giornate FAI di Primavera è necessario prenotarsi direttamente sul sito web del Fondo Ambiente Italiano: 
www.giornatefai.it
Per maggiori informazioni:  casazegna@fondazionezegna.org


Downloads
LA LOCANDINA DELL'EVENTO
SPECIALE MENU' DEL TERRITORIO GIORNATE FAI

Vuoi saperne di più?