• Categorie
  • Condividi

da aprile a novembre

Un itinerario impegnativo per veri esperti di mountain bike sulla via dei Santuari, da Masino all'Oasi Zegna, parco naturale del Piemonte.

Percorso panoramico del quadrante sud del Gran Tour del Monte Rosa che da Bielmonte, cuore dell'Oasi Zegna conduce al Castello di Masino (Caravino) passando dalle Alpi biellesi alla serra morenica di Ivrea. L’itinerario si sviluppa a balconata lungo la strada Panoramica Zegna e poi lungo il Tracciolino, toccando monumenti storici di straordinario valore: il Santuario di San Giovanni, il Santuario di Oropa, Patrimonio UNESCO, La Trappa, antico monastero abitato dai monaci trappisti, per poi finire al Castello di Masino, storica dimora dei conti di Valperga. Facendo il percorso al contrario si parte da Masino con un dislivello di 2479 m e con un tempo di percorrenza di 3 gg.

 

Via dei Santuari e anfiteatro morenico
Punto di ritrovo: Bielmonte Distanza: 93 km solo andata
Panorama: - Tipo di fondo: misto strade bianche, asfaltato e single track
Difficoltà: medio Tecnica: Buona
Altitudine min: 232 mt Altitudine max: 1544 mt
Dislivello positivo: 2445 mt Dislivello negativo: - 1352 mt
Condizione fisica: allenato Tempo di percorrenza: 2/ 3 gg


PRINCIPALI SERVIZI
Pernottamento e ristoro
Noleggio Bike
Guida/Maestro MTB
Accompagnatore MTB
Assistenza tecnica
Servizio Transfer/Recupero
Deposito Bike
Officina e lavaggio biciclette
Wellness e fisioterapia                                                                                                                Lavaggio capi tecnici
Servizio docce                                                                                                                           Soccorso alpino      


NUMERI UTILI
  • Infomazioni turistiche e assistenza: tel. 340.1989593
  • Soccorso in caso di infortunio: 118
I percorsi  vanno preferibilmente utilizzati con il supporto tecnico di guide e accompagnatori abilitati. Comunque i bikers affrontano il tour a proprio rischio e pericolo e, utilizzandolo, dichiarano di aver compreso il grado di difficoltà dello stesso. Devono in ogni caso verificare preventivamente lo stato dei sentieri, le condizioni meteo e il funzionamento degli impianti di risalita. Non si assume pertanto alcuna responsabilità in relazione ad eventuali sinistri che dovessero occorrere durante l'uso dei percorsi. E’ vietato l’uso di percorsi non segnalati e dedicati ad altre discipline sportive.

Vuoi saperne di più?