• Condividi
Stupore ed emozioni unite alla suggestione della musica di Obiettivo Orchestra della Filarmonica del Teatro Regio di Torino hanno sancito il successo di questa 4ª edizione della Giornata FAI del Panorama che si è svolta ieri, domenica 10 settembre nell'Oasi Zegna, sull'eccezionale palcoscenico dei tetti del Lanificio Zegna di Trivero e nella Conca dei Rododendri.

Un appuntamento ideato e promosso dal Fondo Ambiente Italiano e da Fondazione Zegna per celebrare la bellezza dei paesaggi italiani, da vivere e godere in modo più consapevole, anche grazie a iniziative inedite.
E coinvolgente è il tema che Oasi Zegna ha scelto come filo conduttore del programma: un dialogo tra musica e natura, declinato in eventi per tutti, dalle famiglie con bambini agli sportivi. 
 

Insolito e panoramico il luogo dove è avvenuta la chiusura della Giornata che ha registrato il tutto esaurito: i tetti del Lanificio Zegna con le bandiere colorate di Daniel Buren a fare da quinte scenografiche, eccezionalmente accessibili al pubblico per il concerto d’archi finale, nell'ambito del programma del Piedicavallo Festival e a cura di Obiettivo Orchestra, progetto di Formazione della Filarmonica del Teatro Regio di Torino.

Un'orchestra composta da 20 giovani al loro debutto dopo aver partecipato alla scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo.
 

"I tetti del Lanificio" -
commenta Paolo Zegna
Presidente del Gruppo Zegna - "sono un punto di osservazione privilegiato del panorama. Ermenegildo aveva intuito che la bellezza e la qualità dei suoi tessuti non potevano prescindere dalla qualità della vita delle persone e della natura circostante e oggi siamo qui a celebrare questo connubio in occasione della 4ª Giornata FAI del Panorama".  

Perché il FAI e Fondo Ambiente Italiano?  

"La nostra famiglia è stata accanto al FAI fin dalla sua fondazione," - continua Paolo Zegna - "convinti della necessità di promuovere il rispetto e la tutela del patrimonio artistico italiano che è parte della Mission del FAI, nonché Fondo Ambiente Italiano. E oggi il paesaggio ci avvolge. Da queste terrazze nel settembre 2014 abbiamo lanciato assieme la prima edizione delle Giornate FAI del Panorama che quell’anno ricevette il patrocinio del FAI".  

"Queste sono le nostre RADICI - ha ricordato Anna Zegna, Presidente della Fondazione Zegna - e oggi inauguriamo a Casa Zegna la mostra "Radici e Ali", dedicata al progetto sociale che Ermenegildo Zegna sviluppò qui a Trivero a partire dagli anni '30 e che nel tempo ha messo le ALI attraverso progetti della Fondazione continuando a diffondersi nel mondo con una particolare attenzione ai giovani. Da qui la collaborazione con il Progetto Obiettivo Orchestra, fortemente voluto e promosso dal Maestro Gianandrea Noseda, direttore musicale della Filarmonica del Teatro Regio di Torino, con il quale la Fondazione Zegna collabora fin dal 2000 fin da quando era Direttore Ospite del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Oggi Gianandrea Noseda è ambasciatore della musica italiana nel mondo".  

Per i più piccoli, tutto esaurito il programma "passeggiate sonore": laboratori di ispirazione montessoriana per imparare a 'sentire il paesaggio', a distinguere e riconoscere i suoni della natura con l’aiuto di educatori e speciali strumenti fonici. La mattina tappe sonore anche in Conca dei Rododendri dove hanno suonato viole, violini e violoncelli di Obiettivo Orchestra hanno introdotto il concerto del pomeriggio.  

L'osservazione dei panorami e gli appuntamenti speciali proseguono ora nell'Oasi Zegna con gli eventi dedicati al foliage e una kermesse di sapori autentici che danno il benvenuto all'arrivo dell'autunno.

Vuoi saperne di più?