SCI DI FONDO, IMMERSIONE NELLA NATURA

Scivolare sulla neve tra i boschi e i silenzi della Valsessera. E a pranzo "polenta e moja" alla Locanda Bocchetto Sessera

  • condividi su:
Disciplina che da sempre sposa la filosofia dell’andar per boschi e prati innevati con il ritmo giusto dell’osservatore della natura, senza fretta, lo sci nordico torna in primo piano nell’anno del turismo lento

Agli appassionati, l’Oasi Zegna riserva 20 km di piste battute, adatte sia alla tecnica classica, che allo skating, che si snodano tra i boschi immacolati e i paesaggi montani della Valsessera, tra i 1200 e 1500 metri di altitudine. Una rete di percorsi facili o di media difficoltà - dalla pista baby di 2 km a itinerari più lunghi, di 9 e 11 km, all'anello per l'allenamento di 3,5 km - cui si accede dal Bocchetto Sessera, valico delle Alpi Biellesi lungo la Panoramica Zegna, e dal piazzale 2 di Bielmonte, entrambi con parcheggio auto.

Al Bocchetto Sessera, il Centro Sci di Fondo mette a disposizione maestri per corsi collettivi e lezioni individuali, spogliatoi, docce, servizi e noleggio sci; mentre la Locanda Bocchetto Sessera è da sempre il punto di ritrovo dei fondisti, che ordinano "polenta e moja", una palla di polenta di mais affogata in una crema di formaggi, o con gulash di cinghiale.

Dalla stagione 2018-2019, tutte le domeniche, sarà attivo un servizio navetta gratuito che dal Piazzale 2 (punto di partenza delle piste per il fondo) porterà al Piazzale 1, con gli impianti di Bielmonte per lo sci da discesa.





Vuoi saperne di più?