• Condividi
Sviluppa agilità, coordinazione, senso dell'equilibrio e coraggio. È praticato all’aria aperta, nell’ambiente puro e naturale della montagna. Ma soprattutto diverte ed emoziona: lo sci è uno sport adatto per i bambini, che possono vivere un’intera giornata sulla neve, stare in mezzo ad altri bambini e sciare insieme a mamma e papà. Con l’aiuto dei maestri delle due scuole di sci dell’Oasi Zegna (ben abituati ai piccoli sciatori che qui possono imparare sulle piste facili e soleggiate del comprensorio di Bielmonte), ecco le risposte alle domande più comuni che i genitori con figli piccoli si fanno in vista delle vacanze invernali.

Quando. L'età consigliabile è dai 4 ai 6 anni, ma si possono anticipare i tempi nei parchi giochi sulla neve, ideali per i più piccoli, con tapis roulant, tappeti mobili per la risalita, terreno pianeggiante o addirittura in contropendenza nella parte finale per evitare che il bambino prenda velocità e si spaventi. E poi, nei Baby Park ci sono i giochi le attività di gruppo, gli animatori e i maestri a vegliare e rassicurarli.    

Con chi
. L’ideale è iscriverli a una scuola di sci. Il carisma e la professionalità del maestro è in grado di offrire l'esempio corretto da imitare (i piccoli imparano quasi esclusivamente per imitazione) e ha un approccio diverso: un genitore spesso rischia di ottenere l’effetto opposto a quello desiderato, cioè allontanare il proprio figlio dallo sci.
Tra lezioni individuali e corsi collettivi, i “nostri maestri” consigliano le individuali per i piccolissimi (3-4 anni) o per i più insicuri che non si sentono a loro agio sulla neve e richiedono attenzioni maggiori e un percorso didattico mirato. Per i più coraggiosi e aperti meglio puntare sul gruppo: in compagnia di coetanei, i bambini si divertono di più. È importante anche tener presente che all’inizio lo sci non deve essere soprattutto un gioco. La tecnica va insegnata dopo i 7 anni.


Dove
.
Le località migliori per piccoli sciatori sono i comprensori piccoli, con piste facili, poco affollate ed esposte al sole come quelle che abbiamo qui Bielmonte, dove i bimbi possano imparare a muoversi in tutta tranquillità senza patire eccessivamente freddo.  

Discesa, snowboard o fondo.
Ai bambini è adatta la discesa, non il fondo. Loro si divertono sulle seggiovie, non sono interessati al panorama e alle attività rilassanti, come un adulto. Per lo snowboard, sarebbe meglio non iniziare prima dei 5-6 anni, quando si è raggiunta una maggiore capacità di coordinamento e di attenzione. Aver praticato lo sci prima di cimentarsi sulla tavola da neve è un aiuto - i bambini sono già abituati a scivolare con degli attrezzi sotto i piedi -  ma non è indispensabile.
Per tutti i baby snowboarder, comunque, la prima fase di apprendimento può essere un po’ traumatica: lo snowboard è uno sport d'equilibrio ed è facile cadere. Importante quindi l'affiancamento di un maestro competente e specializzato nell'insegnamento ai bambini.
 

La sicurezza.
Fondamentale l’uso con il casco, obbligatorio  per i minori di 14, ma è importante anche insegnare fin da subito l’educazione sulle piste e il rispetto degli altri.




Vuoi saperne di più?