• Categorie
  • Condividi

Bielmonte, il piccolo comprensorio sciistico nel cuore dell'Oasi Zegna, tra le Alpi Biellesi, diventa una meta gourmet. È uno chef di fama internazionale che ha lavorato in grandi hotel e città di tutto il mondo, il piemontese Giacomo Gallina, la novità della stagione invernale 2017-2018 dell'albergo Bucaneve, che riapre, dopo la pausa autunnale, il 1° dicembre.

Per gli amanti della buona cucina, un ottimo motivo per scoprire, magari durante le feste di dicembre, questo piccolo albergo di charme, rivestito di legno stile chalet, con solo 20 camere, tutte diverse, e un intimo centro benessere. Perfetto per un soggiorno tra gusto, relax e - nevicate permettendo - anche sci (le piste sono a due passi). Tanto più che l'hotel invita a provare la nuova cucina con interessanti pacchetti come “Benessere&Gourmet”, per due persone, valido tutti i weekend di dicembre, e una proposta per Capodanno dedicata alle famiglie (due adulti e un bambino che soggiorna gratuitamente in camera con i genitori), che include il Cenone del 31 dicembre. Un' occasione in cui il nuovo chef darà il meglio di sé, con piatti della tradizione piemontese rivisitate e l'eccellenza dei prodotti locali, rigorosamente di stagione.

Qualche esempio? Timballo di cardo gobbo con sfogliatina di baccalà dissalato, puntarelle e bagna cauda  "alleggerita", risotto al prosecco mantecato alla toma giovane e tartufo bianco; e ancora, filetto di “bue grasso” in salsa di Barolo Chinato e piccolo topinambur.
 
Oltre al ristorante Bucaneve, location serale animata da un grande camino, la nuova cucina coinvolge anche il bistrot con tavoli in terrazza. Un luogo di ritrovo animato dalla colazione, con pani, dolci fatti in casa con lievito madre e farine integrali, marmellate e mieli dell'Oasi, al pranzo con menu diversi per soddisfare gusti ed esigenze di tutti. Bambini, sportivi, vegetariani e vegani, e poi gli ospiti del centro benessere che hanno la possibilità di richiedere menu light personalizzati, in collaborazione con un nutrizionista.

Al tramonto, sempre sulla terrazza, va in scena il nuovo aperitivo attorno a un braciere, con buoni vini e assaggi di ricette piemontesi che ricordano il rito della Merenda Siniora. Altro appuntamento con il Piemonte, il 26 gennaio: la prima data del progetto Cooking Experience con Giacomo Giallina. Cinque serate su temi differenti, per vedere all’opera lo chef e imparare i segreti dell’arte della cucina.

Info proposta per Capodanno: tre notti,
29 -30- 31 dicembre con trattamento di mezza pensione e Cenone di Capodanno 660 euro per due adulti e un bambino. Altri dettagli su: bucaneve.eu. 
































Vuoi saperne di più?