• Condividi

Da sempre, a simboleggiare l’Oasi Zegna, parco naturale delle Alpi Biellesi in Piemonte, è lo splendido coleottero Carabus Olympiae, specie endemica scoperta nell’estate del 1854 nei dintorni del Bocchetto Sessera da Olimpia Sella, cugina del famoso entomologo Eugenio Sella.
 

Dopo aver rischiato l’estinzione negli anni ’90 a causa dell’eccessiva cattura da parte dei collezionisti è oggi oggetto del progetto LIFE per salvaguardarne la sicurezza, favorirne la conservazione e migliorarne l’habitat.  

Finanziato dalla Comunità Europea e coordinato dal Gruppo Ermenegildo Zegna, in collaborazione con Regione Piemonte, Università degli Studi di Torino-Dipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo, D.R.E.Am. Italia soc. coop. Agricolo-Forestale e Comunità Montana “Val Sessera, Valle di Mosso e Prealpi Biellesi”, il progetto, innovativo nel suo genere, è parte integrante di LIFE Natura e mira a costituire un nuovo modello di gestione forestale, di salvaguardia ambientale e di valorizzazione delle attività selvicolturali e pastorali.
 

Il piano teorico, iniziato il primo giugno 2012, ha consentito il completamento delle informazioni sugli habitat e sulla specie attraverso l'impianto di una rete di monitoraggio scientifica sia entomologica sia forestale.

A partire dal secondo semestre del 2013, il progetto ha dato il via ad azioni pratiche con attività di gestione forestale e pastorale per migliorare l'habitat del coleottero, la biodiversità dell’area  e il suo assetto paesaggistico.
 

La sensibilizzazione dei visitatori dell’Oasi Zegna è garantita da una serie di iniziative speciali sul territorio, la divulgazione in situ e nelle scuole.
 

Le attività legate al progetto si sono concluse il 31 dicembre 2015.
Oggi in una antica teggia, le storiche baite con il tetto in felci utilizzate dai pastori, è sorta una vera nursery dove gli esperti portano turisti e studenti alla scoperta di questo coleottero colorato.

Per saperne di più: www.lifecarabus.eu

Vuoi saperne di più?